NovitàLeggi qualche pagina
Claudio Pasi

Ad cô dal vièl (ebook)

In fondo al viale
Collana: Qui e altrove. Manifesti di poesia contemporanea
Anno: 2021
Isbn: 9791259600851

All’origine agisce, in breve, il dato esperienziale – l’affetto per un luogo, una casa (quella in cui Claudio è venuto al mondo), per un paese e le persone (i familiari per primi), che vi hanno abitato, gioito e patito, e per tutti gli attrezzi piccoli e grandi utilizzati nella loro esistenza.

2,99

VersioneBrossura editoriale

Con una nota critica di Roberto Cresti

All’origine agisce, in breve, il dato esperienziale – l’affetto per un luogo, una casa (quella in cui Claudio è venuto al mondo), per un paese e le persone (i familiari per primi), che vi hanno abitato, gioito e patito, e per tutti gli attrezzi piccoli e grandi utilizzati nella loro esistenza: da quelli rustici ai primo industriali (un badile, un rastrello, poi la Lambretta o la Fiat-600) –, ma il suo apparire è reso in un contesto di particolari dall’orlo instabile,
che se dà corpo a ogni presenza, subito, da questa, si ridiffonde, e sfiora, in nessi autobiografici, il profilo d’altre presenze, le quali, per un istante, rivivono e dileguano: come nella poesia dedicata al vociante convegno di ragazzini in un laghetto (ricoperto, oggi, da una gettata di cemento per creare un’area residenziale), che associa particolari minuziosi entro un ineffabile riflesso di morgana. (da Viaggio al termine del dialetto di Roberto Cresti)

La fusètta

L êra cal sintirén d là dal canzèl
ad cô dal vièl, raṡèint la ferovî,
la strè pió cûrta par andèr in piâza
o infén ala staziòn, in biziclètta
o a pî, con al schèrp sójji, aténti ai spén
e al fói d urtîga ch’i pzighêvn i żnûc’.
Da cl’ètra banda, pasè i canp sumnè,
i s vdêvan i lumén dal zimitêri
che ad nòt i fêvan pòra, mo ai dé d mâż
al ragâzi i turnêvan dal ruṡèri
con al stanèl alżîri cme na nûvla,
e pròpi in mèż al prè na dstèiṡa d lózzal.

 

Claudio Pasi è nato a Molinella (Bologna) nel 1958. Vive a Camposampiero, in provincia di Padova. Ha pubblicato la plaquette In linea d’ombra (Niemandswort, 1982), La casa che brucia (Book Editore, 1993), Osservazioni / Observations, traduzione di Tim Smith e Marco Sonzogni (Wellington NZ, Seraph Press, 2016), Nomi propri (Amos, 2018), Ad ogni umano sguardo, con prefazione di Alessandro Fo (Nino Aragno, 2019). Ha collaborato a «Poesia», a «Testo a fronte» e ad altre riviste con traduzioni da poeti antichi e moderni.