NovitàLeggi qualche pagina
Renato Giaretta

Giàsso

Storie da una valle
Collana: VentoVeneto
Anno: 2020
Nr. Pagine: 280
Isbn: 9788887007749

Giàsso è la storia di una famiglia della Val Posina. In quella terra, tanto bella quando difficile, si sono concentrati eventi spesso tragici che hanno segnato la prima metà del Novecento.

16,00

VersioneEbook

Giàsso è la storia di una famiglia della Val Posina. In quella terra, bella e difficile, si sono concentrati molti eventi tragici che hanno segnato il nostro Paese nella prima metà del Novecento. Durante la Prima Guerra Mondiale i valligiani furono costretti a fuggire dalle loro contrade incalzati dall’offensiva austriaca. Alcuni riuscirono a trovare rifugio nella pianura vicentina, come i Rader e i Vanini, scappati in fretta, sotto il rumore incessante delle esplosioni, portando con sé solo pochi oggetti e tanta paura. A causa della loro lingua, il cimbro, all’inizio venivano visti con sospetto, addirittura accusati di essere spie o collaboratori del nemico, e per questo mandati al confino o in prigione. Terminato il conflitto, i Rader e i Vanini, insieme ad altri abitanti della valle, fecero ritorno alle loro case, nelle contrade pressoché distrutte dall’invasione austriaca. Ma il dolore era così grande da sfaldare intere famiglie, tanto da costringere alcuni, come Tilde e Oreste, a emigrare in Australia in cerca di fortuna. Altri invece rimasero e con il duro lavoro nelle vanède lottarono per ricostruire una parvenza di normalità. Il sogno di trovare finalmente un po’ di pace venne bruscamente interrotto dallo scoppio della Seconda Guerra Mondiale che ancora una volta colpì duramente gli abitanti della Val Posina. Nell’agosto del ’44 quella terra fu teatro di un imponente rastrellamento, l’operazione Belvedere, che provocò indicibili sofferenze alla popolazione e l’annientamento delle forze partigiane operanti nella zona. Giàsso è la storia di tante famiglie italiane che hanno attraversato le due guerre con coraggio e dignità.

Renato Giaretta (Vicenza, 1956). Medico specialista in Scienze dell’Alimentazione, esercita dal 1982 la sua professione, unendo al lato scientifico quello umanitario: fonda proprio per questo, assieme a colleghi medici e infermieri, l’onlus “Medici Vicentini per il mondo”, realizzando missioni per il Terzo Mondo della cui esperienza descrive nel libro Le vie della Sofferenza e del Cuore (Ass. Culturale Artisti & Autori Italiani ed Europei, 2007). Pianista e compositore si dedica con passione alla musica fin dalla giovane età, allestendo spettacoli musicali che spaziano dal rock progressive al contemporaneo.
I protagonisti dei suoi romanzi sono gli emarginati, i sacrificati in nome della Storia. Nel 2013 pubblica Il Canto di Ester (Gingko Edizioni), romanzo storico sulle rivolte venete al tempo di Napoleone, cui seguirà nel 2016 L’erba del gran Priore (Gabrielli Editori), storie d’amore e contrabbando del tabacco verso la fine dell’800.

Renato Giaretta