Leggi qualche pagina
Claudio Uguccioni

Il purgatorio non è eterno

Collana: ATTRAVèRSO
Anno: 2019
Nr. Pagine: 350
Isbn: 9788894911497

Roma, 1995. Due omicidi e un’indagine che condurrà oltre le mura del Vaticano, in Jugoslavia, per inseguire le sorti di un documento della Segreteria di Stato Vaticana misteriosamente trafugato. Vent’anni dopo il caso viene riaperto.

17,00 13,60

VersioneEbook

AUTUNNO IN GIALLO

con l’acquisto della novità Perché Istanbul ricordi e di Il purgatorio non è eterno, uno sconto speciale del 5% su quest’ultimo e una sorpresa speciale per seguire l’indagine dei commissario Nevzat e della sua squadra!

In edizione limitata e fino a esaurimento scorte.

 

Prima edizione.
Copertina di Roberto Abbiati.

Roma, 1995. Émile Martin, professore di storia medioevale nell’Università di Avignone, viene trovato morto nella sua stanza al Residence La Mimosa. Quella sera stessa un pirata della strada investe e uccide Remo Gentili, un addetto agli Archivi Vaticani sommerso dai debiti di gioco. Il vicecommissario Luigi Ranieri e il sostituto procuratore Elena Mariani si troveranno coinvolti in un’indagine serrata che li condurrà oltre le mura della Città del Vaticano, e li spingerà fino al di là dell’Adriatico, in quella terra, la Jugoslavia, ancora una volta dilaniata da una guerra sanguinaria.
Gli indizi porteranno Ranieri e Mariani a inseguire le sorti di un documento della Segreteria di Stato Vaticana misteriosamente trafugato. Contro ogni aspettativa, gli inquirenti si troveranno a dover sondare i meandri oscuri del rapporto tra la Chiesa Cattolica e il regime fascista degli Ustascia croati durante la Seconda Guerra Mondiale, sbattendo contro un muro di omertà.
Roma, vent’anni dopo. Le vicende che avevano scosso la Capitale negli anni ’90 sono state pressoché dimenticate; soltanto il commissario Ranieri ne conserva intatta la memoria. E non si farà sfuggire l’occasione che il destino gli offre per riaprire il caso: indagherà fino a portare alla luce un’inquietante verità.

Claudio Uguccioni
È nato nel 1959 a Saltara, in provincia di Pesaro e Urbino. Sin da giovane ha sempre ricoperto ruoli istituzionali nell’amministrazione pubblica; è stato Sindaco di Saltara per diciassette anni. Lavora nell’ambito della prevenzione, dagli infortuni sul lavoro all’inquinamento.
Appassionato di romanzi gialli e di spionaggio, Il purgatorio non è eterno è il suo primo romanzo, e ha ricevuto l’importante menzione alla XXXI edizione del Premio Italo Calvino (2018).

Un esordio importante, vincitore del Premio Speciale Giallo Grottammare.