Leggi qualche pagina
Claudio Uguccioni

Nel pozzo profondo

Collana: ATTRAVèRSO
Anno: 2023
Nr. Pagine: 480
Isbn: 9791259971319

Un thriller storico-sociale che apre le porte a una realtà poco conosciuta e a noi contemporanea

20,00

Acquistabile in prevendita

 

Copertina di Roberto Abbiati

Il corpo dilaniato di una giovane donna viene rinvenuto lungo i binari nei pressi della stazione di Roma Termini. Nessun documento che permetta di identificare la vittima, il volto completamente deturpato. Nella tasca solo un piccolo biglietto scritto con un alfabeto cirillico. Il Commissario Laura Martini viene chiamata sul luogo del rinvenimento, tutto fa pensare a un suicidio, ma quel biglietto, quella lingua sconosciuta che non è né russo né ucraino, mettono i suoi sensi in allerta. La curiosità di Martini si accentua quando ne scopre l’origine. È una lingua quasi perduta, il cirillico moldavo, parlato solo in una remota zona della Moldavia, una striscia di terra lungo il fiume Nistro, chiamata Transnistria; uno Stato indipendente non riconosciuto dalla comunità internazionale e posto sotto il controllo militare della Russia. Quel biglietto porterà con sé terribili domande e condurrà il Commissario Martini in un’indagine sulla tratta di persone e sullo sfruttamento della prostituzione di giovani ragazze moldave, organizzato e finanziato da una fittizia fondazione benefica con sede a Roma. Tra omicidi, agguati e intrighi internazionali, Laura Martini porterà a galla la verità smascherando la corruzione e la falsità che dilagano tra i più alti gradi di comando. Un thriller storico-sociale che apre le porte a una realtà poco conosciuta e a noi contemporanea, uno Stato autoproclamatosi indipendente dove si trova uno dei più grandi depositi di armi russe e che gioca un importante ruolo nelle relazioni internazionali contemporanee.

 

Claudio Uguccioni  (Saltara, 1959). Sin da giovane ha sempre ricoperto ruoli istituzionali nell’amministrazione pubblica; è stato Sindaco di Saltara per diciassette anni. Ha lavorato nell’ambito della prevenzione, dagli infortuni sul lavoro all’inquinamento. Appassionato di romanzi gialli e di spionaggio, nel 2019 ha pubblicato con Ronzani Editore Il purgatorio non è eterno, romanzo che nel 2018 aveva ricevuto l’importante menzione al Premio Italo Calvino.