NovitàLeggi qualche pagina
Luciano Giacomelli

Storie di acciaio, pedali e lunghi viaggi

Collana: VentoVeneto
Anno: 2024
Nr. Pagine: 152
Isbn: 9791259971807

15,00

Cos’hanno in comune il mondo delle biciclette e quello dell’acciaio? Il mondo rutilante del ciclismo agonistico con quello dei forni a 1200 gradi centigradi? Poco, se non c’è un imprenditore che li abbia attraversati con passione. Ed è questo che qui si racconta: imparare a saltare dalle ruote alle forge, dal Giro d’Italia e dal Tour de France all’intelaiatura metallica che sostiene la nostra società. Senza smettere di viaggiare per lavoro, senza smettere di fare i conti con americani e russi, giapponesi e vicentini. Senza smettere di sognare che si può. Fare bene.

Disponibile in prevendita

 

Perché raccontare la propria vita professionale? Che poi è quella di una persona che si è assunta ruoli dirigenziali e imprenditoriali in differenti comparti produttivi. Per la convinzione o l’illusione di poter raccontare un pezzo di mondo, attraversato da personaggi importanti, viaggiando da un capo all’altro del mondo. Qui s’incontra Tullio Campagnolo, quello delle biciclette e il mondo dei campioni del ciclismo, della formula uno, del motociclismo. Si scorge Bernard Tapie e Steve Jobs. Ci si sposta da Houston a Mosca, da Parigi a Tokio, dalla Polonia al Caucaso. S’impara cosa sia la grande industria del Sol Levante e la sua disciplina. Si sente il calore della lavorazione dell’acciaio e la dimensione delle grandi fabbriche. Ma anche lo sforzo per portare, in quei contesti, l’attenzione alla salute dei lavoratori, il bisogno della relazione con il mondo della conoscenza e dell’università. Il desiderio che l’imprenditore contribuisca anche allo sviluppo della cultura. Parlano, queste pagine, di un’imprenditoria che ha saputo uscire dalla propria territorialità e collegarsi alle reti produttive internazionali. Che ha cercato di avere intuizioni e di farle camminare. Ci vuole sempre un nucleo che catalizzi la trasformazione dell’acqua in un cristallo di neve o, in alcune condizioni, in un chicco di grandine. E ci sono imprenditori che operano per far nascere cristalli di neve. E il mondo, questo mondo complesso che stiamo attraversando, ha più bisogno di fiocchi di neve che di grandine.

Luciano Giacomelli ha più di trent’anni di esperienza in qualità di Direttore Commerciale, Managing Director e Direttore di comunicazione e marketing di società nazionali e internazionali nell’industria metalmeccanica. Già responsabile delle strategie in Europa per Ebara Corporation Tokyo, presidente di Siderforgerossi S.p.A. (azienda leader mondiale nel mercato dell’acciaio) e membro della Giunta di Confindustria Vicenza, è Consigliere Censore della Banca d’Italia nella sede di Venezia. È stato nel CdA della Società del Quartetto di Vicenza ed è Consigliere di Amministrazione della Fondazione di Storia – Onlus, oltre che membro dell’Accademia Olimpica. Nel 2014 ha ricevuto il Premio Città Impresa “per il contributo che l’attività e la visione imprenditoriale hanno dato all’economia del Paese e, in particolare, al territorio delle Venezie”.