NovitàLeggi qualche pagina
Silvio Scanagatta

Venezia siamo noi

Collana: Saggi Numeri
Anno: 2020
Nr. Pagine: 112
Isbn: 9788887007855

Il libro si pone l’obiettivo di sconfessare alcuni stereotipi sul Veneto, per offrire invece spunti di riflessione, e per cominciare a parlare di aggregazione politica veneta basata sullo sviluppo e sulla solidarietà, e capace di portare benefici non solo alla moderna Venezia-Terraferma, ma anche all’Italia e all’Europa.

12,00

Disponibile

Negli ultimi decenni si è discusso molto di problemi che riguardano il Veneto, e alcuni interrogativi risultano naturali per chi vuole andare oltre le sterili lamentele e porsi quesiti utili a comprendere: perché i quasi cinque milioni di Veneti non accettano l’idea di essere una megalopoli della globalizzazione? Perché da decenni si affidano a una classe politica che ha promesso federalismo e autonomia senza però alcun risultato? Perché i confini e la viabilità in Veneto sono quasi sempre contro gli interessi dei Veneti? Questi problemi sono passati nell’indifferenza degli intellettuali locali e dei media, dando però vita alla produzione di stereotipi  antiveneti’. Il libro si pone l’obiettivo di sconfessare alcuni di questi stereotipi, per offrire invece spunti di riflessione, per cominciare a parlare di aggregazione politica veneta basata sullo sviluppo e sulla solidarietà, e capace di portare benefici non solo alla moderna Venezia-Terraferma, ma anche all’Italia e all’Europa.

 

Silvio Scanagatta, professore dell’Università di Padova, si è occupato di ricerche in vari ambiti: educazione, servizi sociali, sistemi sociali complessi, sanità. Impegnato, negli ultimi anni, nell’analisi del Veneto e della sua evoluzione verso una unica grande megalopoli, ha pubblicato Venezia e VeniCity (Cleup, 2014). Co-dirige una rivista scientifica internazionale (Ijse.padovauniversitypress.it).

Un territorio da ricostruire è un territorio che va ripensato, a partire dagli eventi storico-politico-economici che lo hanno determinato.